IRP – Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza

torre16

L’istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, inaugurato l’8 giugno 2012, rappresenta il raggiungimento di un altro obbiettivo promosso dalla Fondazione. Un ulteriore risultato concreto realizzato in soli 3 anni con un investimento di 32 milioni di euro di cui 18 milioni pagati ed i restanti con un mutuo da estinguere in 15 anni.

L’IRP è una struttura di oltre 17.500 mq di cui 10.000 dedicati esclusivamente alle attività di ricerca in grado di ospitare, a regime, circa 400 ricercatori.

L’obiettivo di IRP è di promuovere l’attività di ricerca nel campo delle patologie pediatriche. In particolare, tra tutti i problemi di salute che affliggono i piccoli pazienti, viene svolta ricerca all’avanguardia nei campi dell’ oncologia, della genetica, delle malattie metaboliche e della medicina rigenerativa. Ossia, vengono studiate le malattie oncologiche in età pediatrica, come le leucemie e i tumori solidi, anche la fibrosi cistica, le malattie lisosomiali insieme a patologie renali e del neurosviluppo, infine vengono anche usate cellule staminali con approcci di ingegneria tissutale in malformazioni congenite. Inoltre IRP ospita anche attività di diagnostica avanzata dedicate alle patologie pediatriche.

I fondi raccolti per finanziare l’opera provengono dall’incessante attività di fund raising svolta da migliaia di volontari della Fondazione attraverso l’organizzazione di innumerevoli iniziative nel territorio. A questa raccolta si aggiunge l’importante lascito testamentario di una pediatra milanese, Annamaria De Claricini, che nel 2006 ha voluto devolvere gran parte dei suoi beni alla ricerca pediatrica della Fondazione, dando di fatto l’avvio al progetto di costruzione del nuovo Istituto di Ricerca Pediatrica.

Aiutaci anche tu a far fronte a questo importante impegno economico, perché il piccolo impegno di ognuno può diventare grande patrimonio per tutti.