Ricerca pediatrica, adesioni da tutta Italia per la “Web Charity Dinner”

Milano, Roma, Cagliari, Ancona, Lucca, Trento, e persino Londra. Provengono da diverse zone d’Italia, Veneto compreso, e persino da oltremanica, i partecipanti alla prima “Web Charity Dinner per la ricerca pediatrica” lanciata da Fondazione Città della Speranza. Circa 120 persone collegate online dalla propria abitazione per condividere una serata all’insegna della solidarietà, della scienza e dell’intrattenimento.

L’appuntamento è per sabato 2 maggio a partire dalle ore 19.30 ed è realizzato grazie al sostegno di Eismann che, per l’occasione, dona e consegna direttamente a domicilio la cena, e da Bocelli 1831 che, invece, dona il vino. Ciò permetterà di destinare l’intero ricavato della serata ai progetti di ricerca scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza.

“L’emergenza sanitaria da Covid-19 non deve far abbassare la guardia sulle patologie pediatriche contro le quali ancora molti bambini e ragazzi devono lottare. Quindi è ancor più importante tutelare la loro salute e, al contempo, fornire ai ricercatori gli strumenti necessari al progresso delle terapie – dichiara Stefania Fochesato, past president della Fondazione e ideatrice dell’originale iniziativa web –. Alla notizia di questo evento si è da subito creato un tam-tam straordinario che ha fatto schizzare il numero di adesioni, giunte davvero da ogni dove”.

La “Web Charity Dinner” vedrà intervenire da casa propria tanti ospiti: l’attore Massimo Boldi; l’ex calciatore di serie A Andrea Seno (che ricorderà un particolare episodio del passato con Roberto Baggio); la cantante e compositrice pop-jazz Barbara Capaccioli (guarita dalla leucemia quando era bambina); il fumettista e illustratore dell’album Calciatori della Panini Valentino Villanova; la prof.ssa Antonella Viola, direttrice scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, e alcuni ricercatori.



Articolo pubblicato: giovedì, 30 aprile 2020

2020-04-30T16:06:51+00:00