Da Ancona a Milano il cuore batte forte

“Ogni volta è un’enorme emozione! E anche oggi non commuoversi è stato impossibile! Grazie a chi ci sostiene perché insieme sosteniamo la ricerca in modo concreto. Promettiamo tempo, impegno e volontà di crescere nel nostro territorio insieme”. Sono le parole di Federica nel presentare Progetto G.A.I.A. alla nutrita platea di volontari (circa 150 persone) riunitasi in Istituto di Ricerca Pediatrica l’1 febbraio per condividere i risultati della grande dedizione espressa in occasione della campagna natalizia, confezionando pacchetti regalo e cesti, distribuendo panettoni o Stelle. In breve, donando tempo.

Progetto G.A.I.A. è una realtà sorta nel 2017 ad Ancona, ma conosciuta in tutto il territorio marchigiano, che ha stretto un patto d’amicizia con Città della Speranza per aiutare la ricerca.

“Anche la nostra realtà nasce da una grave perdita – racconta Federica –. Tra paura e speranza abbiamo unito le forze, e il coraggio dei nostri figli e nipoti ci ha spronato a lottare, perché, una volta aperte le porte di quel reparto, non si è più gli stessi”.

A sostegno di Città della Speranza è giunto da Milano anche un gruppo di ragazze dell’associazione Cuori 3.0, punto di riferimento per le persone in attesa di trapianto cardiaco o cardio-trapiantate. Le giovani hanno realizzato un simpatico orsetto di tessuto da regalare ai bambini una volta dimessi dall’ospedale.



Articolo pubblicato: mercoledì, 4 marzo 2020

2020-03-04T17:25:31+00:00