Covid-19, La Fracanzana porta la ricerca sulle tavole

Hanno avuto certamente un sapore diverso, quest’anno, i pranzi di Pasqua a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. Tuttavia, ad accorciare le distanze ci ha pensato il Ristorante La Fracanzana, condendo i propri pasti con una buona dose di speranza che ha consegnato direttamente a domicilio.

La rinomata realtà di Montebello Vicentino, infatti, durante la Settimana Santa e nei giorni di Pasqua e Pasquetta si è resa protagonista di un’iniziativa davvero speciale. Il 5% di tutti i pasti portati a domicilio è stato devoluto a Fondazione Città della Speranza per sostenere il progetto immunologico sul Covid-19, coordinato dai professori Andrea Crisanti (Università di Padova) e Antonella Viola (Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza). L’intraprendenza dei promotori e il consenso delle persone hanno permesso di raccogliere 410 euro.

“I clienti hanno apprezzato moltissimo la nostra proposta e alcuni di loro non ci hanno pensato due volte a fare una donazione più generosa – commenta l’amministratore delegato Giordano Malfermo -. Ci ha fatto molto piacere constatare questo ampio consenso per una tematica, qual è il Coronavirus, che purtroppo può riguardare chiunque”.

Da Città della Speranza arriva un ringraziamento speciale a La Fracanzana, per questa iniziativa che ha coniugato gusto e solidarietà, e a tutti i clienti che hanno sposato la causa per contribuire ad aprire nuove strade per la cura.



Articolo pubblicato: mercoledì, 15 aprile 2020

2020-04-15T17:08:23+00:00