Fare volontariato: una scelta coraggiosa

Se Città della Speranza in questi 23 anni è diventata una realtà in grado di sostenere la forte domanda di salute esistente – purtroppo – anche in ambito pediatrico, è anzitutto per merito dello straordinario impegno dei volontari. Sono loro la vera anima della Fondazione, coloro che ogni giorno, senza clamori e senza pretendere nulla in cambio, si adoperano per aggiungere nuovi capitoli a questa grande storia fatta di bene comune. Sì, perché anche il volontariato, grazie alle iniziative di raccolta fondi, aiuta la ricerca scientifica a crescere. Fare volontariato non significa svolgere attività di bassa manovalanza, ma compiere una scelta forte e coraggiosa che metta al centro l’altro e in secondo piano il proprio io. Non possiamo pensare, infatti, di cambiare le cose se restiamo a guardare. Sono convinto che le nostre comunità siano ricche di risorse umane, soprattutto giovani, desiderose di donare una piccola parte del proprio tempo agli altri, che però faticano ad emergere. Eppure, è solo con la reciproca apertura verso l’altro che possiamo sviluppare quelle relazioni che ci arricchiscono davvero e che possono produrre risultati tangibili non solo per i beneficiari, ma anche per noi stessi.
È con piacere, dunque, che saluto i nuovi volontari che si sono resi disponibili a confezionare pacchetti natalizi nei negozi o a realizzare banchetti solidali. L’auspicio è che il loro numero possa crescere nel corso dei prossimi mesi, perché diventare volontari di Città della Speranza è sempre possibile.
In chiusura, voglio ringraziare e augurare buon Natale a quanti si spendono per e con la Fondazione: oltre ai volontari, i consiglieri, i donatori e sostenitori a vario titolo, i nostri fondamentali ricercatori. Un pensiero va anche ai medici e al personale del reparto, e soprattutto ai bambini ricoverati e alle loro famiglie, instancabili combattenti.

Franco Masello
Presidente Fondazione Città della Speranza



Articolo pubblicato: giovedì, 21 dicembre 2017

2018-07-12T08:05:37+00:00