Un utensile d’autore in cambio di una buona azione per i bambini

Barattare un oggetto con un gesto altruistico. Nasce da questo curioso scambio la recente partecipazione dello chef stellato Lorenzo Cogo e della trevigiana Sara Lorenzon alla preparazione della pizza nel reparto di oncoematologia pediatrica della Clinica di Padova.

20170712_163523

L’idea è partita a maggio, in occasione dell’evento “We live the beauty” organizzato a Vicenza, nello studio On-Office architettura, da Lucia Gardenal allo scopo di creare sinergia tra ciò che è bello e ciò che è buono. Sette personaggi di spicco del mondo del “bello” (tra cui, appunto, Lorenzo Cogo) hanno donato un oggetto della propria produzione in luogo non di denaro, bensì di un’azione di responsabilità sociale a favore di una realtà associativa scelta dagli stessi protagonisti dell’iniziativa.

Il più giovane chef d’Italia ha messo a disposizione una pinza da cucina, utilizzata per impiattare e personalizzata da uno studio di design. La 29enne Sara Lorenzon non ci ha pensato due volte a sceglierla, scoprendo solo poi che avrebbe dovuto condividere una piccola parte del suo tempo a sostegno di Città della Speranza.

Nei giorni scorsi l’importante impegno è stato portato a compimento: Lorenzo e Sara hanno affiancato il campione Maurizio Toffoli nella preparazione della pizza per i bambini che soffrono.

Un lavoro di squadra che ha emozionato tutti: i bambini, che hanno messo letteralmente le mani in pasta, Lorenzo e Sara, alla loro prima esperienza di questo tipo, e lo stesso Maurizio, che a contatto con i più piccoli si sente rinascere.

logo

Nella foto, da sinistra a destra: Lorenzo Cogo, Maurizio Toffoli, un volontario e Sara Lorenzon.


Articolo pubblicato: venerdì, 14 luglio 2017

2018-07-12T08:05:40+00:00