Un maratoneta, una sfida: correre per la ricerca pediatrica

Ad aprile 2017 ha corso tre maratone nell’arco di 20 giorni, mantenendo un tempo al di sotto delle 3 ore. A febbraio 2018 si è aggiudicato il “Digital Fundraising Award”, da parte di Rete del Dono, per l’originalità della sua campagna di raccolta fondi a supporto di Fondazione Città della Speranza, iniziativa che gli ha permesso di raccogliere il 110% della somma prevista. Il 9 aprile ha conosciuto da vicino l’Istituto di Ricerca Pediatrica e apprezzato l’appassionante lavoro dei tanti giovani ricercatori che ogni giorno si impegnano per raggiungere nuovi risultati scientifici in questo campo.

Trullino-6 Lui è Riccardo Trulla, detto Trullino, maratoneta vicentino che da anni sostiene la Fondazione, correndo in Italia e all’estero con la canotta azzurra logata e coinvolgendo le persone a “correre solidale”. I più recenti successi di “Trun – la sfida di Trullino” lo hanno portato ieri, munito di tutti i suoi riconoscimenti, a visitare i laboratori di Ingegneria tissutale, accompagnato dalla dott.ssa Martina Piccoli, Nanomedicina con la dott.ssa Giulia Borile, Neuroblastoma con il dott. Carlo Zanon e Pediatric Care con il dott. Luca Vedovelli. Presente anche l’amministratore delegato Andrea Camporese.

“Mi ha colpito molto l’entusiasmo dei ricercatori e la varietà di studi che vengono condotti per dare una risposta alle malattie pediatriche. – ha commentato Trulla – Non posso che essere ancora più convinto e contento di sostenere Città della Speranza, una realtà fatta di persone tenaci e concrete”.
La corsa di Trullino ovviamente non si ferma. Due sono gli appuntamenti che lo attendono nei prossimi mesi: la maratona di Venezia ad ottobre e quella di Tokyo a febbraio 2019. Proprio in Giappone riceverà la medaglia per aver completato le sei maratone più importanti al mondo in dieci anni.



Articolo pubblicato: martedì, 10 aprile 2018

2018-07-12T08:05:32+00:00