Tutti guariti

A Padova si è svolto il convegno dedicato al futuro della ricerca sulle malattie infantili

giornalino50_stampa_OK_Pagina_3_Immagine_0004 Si è intitolato “TUTTI GUARITI – I NUOVI TRAGUARDI DELL’ONCOLOGIA PEDIATRICA” il convegno organizzato dalla Fondazione Città della Speranza che si è tenuto in Aula Magna di Palazzo Bo dell’Università di Padova, lunedì 17 novembre, per celebrare il ventennale della nascita della Fondazione.“La diminuzione della mortalità per tumori pediatrici è uno dei maggiori successi della Medicina negli ultimi 30 anni. Negli anni Sessanta il cancro non dava speranze.

Dal 1973 al 1996 la mortalità per tumore infantile è lentamente diminuita del 50%. Dagli anni Novanta il tasso di guarigione aumenta ogni anno del 2% e oggi oltre l’80% dei tumori pediatrici guarisce”. Sono questi alcuni dei dati che il Professor Giuseppe Basso, direttore della Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova, ha presentato durante il convegno organizzato dalla Fondazione Città della Speranza in occasione del ventesimo anno di vita.

Oggi la Clinica padovana è collegata ai più importanti reparti italiani ed europei ed è Centro di coordinamento regionale della rete per l’Oncoematologia Pediatrica. Ospita pazienti provenienti da tutto il Veneto ed eroga oltre 1500 prestazioni di ricovero l’anno. Attualmente, almeno il 20% dei piccoli pazienti proviene da fuori regione. Grazie al finanziamento della Città della Speranza oggi la Clinica è Centro di riferimento in Italia per la diagnosi delle leucemie acute e per la caratterizzazione molecolare di linfomi e sarcomi e Centro di coordinamento di protocolli nazionali ed europei di diagnosi e cura di linfomi, sarcomi, tumori cerebrali ed epatici, tumori rari.

giornalino50_stampa_OK_Pagina_3_Immagine_0001Al convegno del Bo si è parlato del futuro della ricerca e delle nuove prospettive per la diagnosi e la cura, ed è stato il professor Andrea Biondi, Professore di Pediatria all’Università di Milano Bicocca e Presidente dell’Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica, a presentare il lavoro di rete fra centri di cura in Italia e il ruolo dei nuovi protocolli clinici, alla luce anche delle normative europee.

Immancabile la presenza al convegno dei fondatori della Città della Speranza: i professori pediatri oncoematologi Luigi Zanesco, Modesto Carli e l’imprenditore Franco Masello, l’attuale presidente della Città della Speranza Stefania Fochesato e il presidente dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Andrea Camporese. Ha portato la sua esperienza anche Maria Cristina Salgarello, Coordinatore Infermieristico Clinica di Oncoematologia Pediatrica. Numerose anche le autorità della città di Padova che hanno partecipato al convegno, tra cui Giuseppe Zaccaria, Rettore Università degli Studi di Padova, Massimo Bitonci Sindaco di Padova, Antonio Finotti, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Sara Costa, Presidente Fondazione Neuroblastoma, Claudio Dario, Direttore Generale Azienda Ospedaliera di Padova, Giorgio Perilongo, direttore del Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino dell’Università di Padova e Clodovaldo Ruffato, Presidente del Consiglio della Regione Veneto.



Articolo pubblicato: mercoledì, 11 marzo 2015

2018-07-12T08:05:54+00:00