A Treviso si “cammina per la Vita” con Deborah Compagnoni.

A Treviso si “cammina per la Vita” con Deborah Compagnoni. Doppio evento l’11 e 16 settembre

locanadinaPromuovere l’importanza del movimento fisico per la propria salute, pensando concretamente anche ai bambini che stanno lottando contro una grave malattia. Nasce con questi obiettivi “Camminare per la Vita”, la doppia iniziativa organizzata a Treviso da “Sciare per la Vita”, onlus fondata dall’ex pluricampionessa di sci Deborah Compagnoni, con la collaborazione di un piccolo gruppo di amici riunitosi per sostenere la Fondazione Città della Speranza. Proprio a quest’ultima, infatti, è destinato l’incasso della passeggiata non competitiva in programma sabato 16 settembre per le vie del centro storico. Si potrà scegliere tra il percorso breve di 3,5 chilometri e quello lungo di 8,5, accessibili a tutti. La partenza è fissata alle ore 17 dal Bastione delle Mura di Porta SS. Quaranta. Le iscrizioni hanno già superato quota 2mila e c’è ancora tempo per aggiungersi. Le adesioni vengono raccolte entro il 14 settembre nei punti indicati nella pagina Facebook “Camminare per la Vita”, e il giorno stesso della manifestazione al Bastione, dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 16.

Il tanto atteso appuntamento, inserito nella “Settimana dello sport” promossa dal Comune di Treviso, sarà preceduto da un convegno su “Il valore del movimento” che si terrà lunedì 11 settembre alle 17.15 nella Sala degli Affreschi di Palazzo Rinaldi. All’incontro interverranno il sindaco Giovanni Manildo, l’assessore e karateka Ofelio Michielan, il presidente di “21 Investimenti” e “Fondazione Cortina 2021” Alessandro Benetton, il manager di “Banca Generali” e rugbista Massimiliano Ruggiero, il pallavolista campione del mondo Samuele Papi e il ginnasta campione olimpico Igor Cassina. Non mancherà anche la testimonianza di Città della Speranza grazie alla partecipazione del presidente Giovanni Franco Masello.

convegnoDa oltre vent’anni la Fondazione sostiene la ricerca scientifica in ambito oncologico e pediatrico. In virtù delle costanti attività di fundraising, finanzia ogni anno la diagnostica avanzata della Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova, centro di riferimento nazionale per la diagnosi di leucemia, linfomi e sarcomi. Inoltre, per sviluppare in modo sempre più incisivo la propria missione e moltiplicare le possibilità di successo in termini di nuove scoperte e cure, conta su un proprio Istituto di Ricerca Pediatrica (basato sempre a Padova) che, con i suoi 17.500 mq, è il più grande polo europeo dedicato alla ricerca sulle malattie infantili.       

“Muoversi (bene) appartiene certamente al buon fare: fa bene alla salute, previene le malattie, ci mantiene in forma, alimenta la nostra anima, stimola le relazioni tra le persone e con l’ambiente che ci circonda – afferma l’ideatrice del doppio evento Deborah Compagnoni, già testimonial in passato di Città della Speranza –. Il movimento però, oltre a farci bene, può aiutare concretamente chi è meno fortunato, a patto che unisca le persone. Il nostro invito è a dare un piccolo contributo per la lotta contro le leucemie pediatriche”.



Articolo pubblicato: lunedì, 11 settembre 2017

2018-07-12T08:05:39+00:00