Torneo “Città della Speranza”, Sarcedo e Toniolo si aggiudicano i Trofei Zilio e Trevisan

Sarcedo 2008 e Toniolo 2009-2010 sono le due squadre della categoria “Pulcini” che hanno vinto rispettivamente i Trofei Massimo Zilio e Roberto Trevisan al 24esimo Torneo giovanile di calcio “Città della Speranza”, la manifestazione sportiva organizzata a Malo dalla Fondazione omonima e dall’U.S. Malo, con il sostegno del Comune – Assessorato allo Sport, con l’obiettivo di sostenere la ricerca scientifica in ambito pediatrico, nel ricordo dei due ragazzini scomparsi a causa della leucemia.

Una trentina le squadre che si sono sfidate nel corso della tre giorni (1-2-9 giugno), suddivisi nelle categorie “Pulcini” e “Piccoli Amici”, ma a scendere in campo sono stati anche le “Vecchie Glorie” (Campo San Martino PD, Mantova, Malo) e gli “Allievi” (Cittadella, L.R. Vicenza, Malo 1908).

La manifestazione si è rivelata un trionfo anche sotto il profilo della raccolta fondi (11mila euro, a cui vanno detratti i costi) e per la lotteria, con ben 43.500 biglietti distribuiti (i numeri vincenti sono pubblicati nel sito www.cittadellasperanza.org).

Al Torneo, che ha visto impegnati numerosi volontari nell’organizzazione e allo stand gastronomico, tra cui la Pro Malo e gli alpini, sono intervenuti vari ospiti: il difensore del Brescia, Daniele Gastaldello, che indossa la fascia di Città della Speranza da quando era alla Sampdoria; Lionello Manfredonia, ex calciatore e ora dirigente sportivo; Emanuele Padoan, ventenne capitano del Vicenza Calcio Amputati in questo periodo impegnato nel primo campionato italiano di calcio a 5 amputati (il 15 e il 16 giugno al Campo Sportivo “A. Giuriato” di Montecchio Maggiore si disputerà la seconda partita); Erik Grappiglia, giovanissimo giocatore del Lakota guarito dalla leucemia linfoblastica acuta.

Tanti gli applausi scattati nel sentire le loro storie di rinascita. Presente, all’atto finale dell’iniziativa, anche la sindaca Paola Lain: “Ringrazio i fondatori di Città della Speranza e auguro che il torneo rimanga un appuntamento fisso per molti anni ancora al campo sportivo di Malo”.

“La storia di Città della Speranza è cominciata dal fare squadra e oggi si vedono i risultati positivi – ha detto Paolo Bonvini, ricercatore dell’Istituto di Ricerca Pediatrica –. Anche a questo torneo i giocatori hanno dato il massimo per far vincere la propria squadra”.

Introdotti dal vicepresidente Vinicio Trulla e dal consigliere Paolo Guglielmi, hanno portato il loro saluto anche Franco Masello e Stefano Galvanin, rispettivamente fondatore e presidente di Città della Speranza.

 

 



Articolo pubblicato: martedì, 11 giugno 2019

2019-06-14T16:09:24+00:00