Set da cucina solidali, Eismann consegna il ricavato

Un set da cucina speciale che, oltre ad essere utile ai fornelli, aiuta l’assistenza e la ricerca pediatrica. L’iniziativa di Eismann, azienda veronese specializzata nella vendita diretta di surgelati, ha conquistato nuovamente i clienti in Italia, arrivando a raccogliere 186.460,00 euro lordi che andranno a sostenere i progetti di Fondazione Città della Speranza.

La raccolta, iniziata a settembre, ha visto la distribuzione di ben 74.569 set da cucina in cotone, composti da una presina e un guanto da forno recanti i loghi delle due realtà, a fronte di un contributo minimo di 2,50 euro.

La consegna dell’assegno, da parte del direttore Giovanni Paolino, è avvenuta presso la Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova, dove lo stesso ha portato anche il proprio saluto ai bambini alle prese con la preparazione della pizza. Un’iniziativa, quest’ultima, voluta dalla Fondazione per regalare loro un sorriso e un momento di svago.

“La distribuzione del set è stata un vero successo. I nostri venditori hanno svolto un lavoro straordinario, credendo in primis a questo progetto e riuscendone a trasmettere l’importanza ai clienti che non hanno esitato ad aderirvi, anche in virtù della trasparenza di Città della Speranza – afferma il direttore di Eismann –. A tutti rivolgo un sincero ringraziamento, anticipando che l’estate prossima avvieremo un nuovo progetto”.

“Rivolgiamo un plauso ad Eismann, alla sua forza vendita e ai clienti che oramai da quattro anni sono al nostro fianco con un crescendo di proposte – dichiara il presidente di Città della Speranza, Stefano Galvanin –. La cifra raccolta sarà destinata in parte a progetti a supporto del reparto e in parte alla ricerca svolta nell’Istituto di Ricerca Pediatrica”.

Eismann, che già nel 2018 aveva devoluto 100.325,00 euro a seguito della distribuzione di 85mila grembiuli da cucina, sostiene Città della Speranza anche diffondendo l’immagine della Torre della Ricerca sul retro di 200 furgoni che ogni giorno circolano sul territorio nazionale.



Articolo pubblicato: martedì, 24 dicembre 2019

2019-12-23T22:08:03+00:00