Rockquiem, concerto benefico da tutto esaurito al Teatro Verdi

Arriva per la prima volta a Padova il “Rockquiem” e i biglietti, da subito, sono andati a ruba. L’attesa è davvero tanta per il Mozart in chiave rock che l’orchestra, coro e band La Réjouissance, diretti dal M° Elisabetta Maschio, proporranno al Teatro Verdi domenica 15 aprile alle ore 20.45. La serata, organizzata da Fondazione Città della Speranza Onlus a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie pediatriche, vedrà anche la partecipazione dei cori Note Innate di Padova, Grovin’up singer, Amazing Gospel Choir di Este e Jupiter Voices. In tutto, saliranno sul palcoscenico 200 ragazzi tra i 16 e i 28 anni, di cui 50 elementi d’orchestra, 4 solisti (Francesca Pietrobon, Anna Farronato, Ivano Donazzan e Daniele Varotto) e una band.

“’Rockquiem’ non è un concerto, ma un’esperienza emozionale, tant’è vero che vi sono persone che tornano a rivederlo. La sua potenza sta negli ingredienti così diversi che lo compongono e che assieme si amalgamano bene: il divino Mozart, il metal, i giovani e la charity”, spiega il M° Elisabetta Maschio, prima donna direttore d’orchestra in Italia.

Lo spettacolo, originale e coinvolgente, coincide con la prima “Giornata della ricerca italiana nel mondo” voluta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per “valorizzare il lavoro dei nostri ricercatori e divulgarne i risultati”. Dell’importanza della ricerca si parlerà in apertura del concerto grazie alle testimonianze di Franco Masello, presidente della Fondazione Città della Speranza, e della prof.ssa Antonella Viola, direttore scientifico dell’Istituto di Ricerca Pediatrica.

 



Articolo pubblicato: venerdì, 13 aprile 2018

2018-07-12T08:05:32+00:00