Premio Professione Impresa 2017: premiati 4 ricercatori e 4 imprese venete

Lunedì 18 Dicembre alle ore 18.00 nella Sala conferenze della Torre della Ricerca della Fondazione Città della Speranza a Padova si è tenuta la tradizionale edizione del Premio conferito dal Centro Studi e Ricerche Professione Impresa ai ricercatori che fanno onore alla città e alla Regione e alle imprese padovane che si sono particolarmente distinte nella ricerca e nell’ innovazione .

E’ intervenuta l’ Assessore regionale Elena Donazzan che ha portato il saluto della giunta regionale ed ha illustrato i progetti regionali nel campo della formazione e del lavoro con attenzione alle mutate esigenze delle imprese. Nel 2018 sono previste molte novità per de burocratizzare il sistema rivolto alle aziende e per rispondere all’ esigenza di nuove professionalità orientate dalla rivoluzione tecnologica.
Successivamente sono intervenuti Franco Masello– Presidente Fondazione Città della Speranza, Ing. Marco Santoro– AD di Nova Fund Spa, ed Antonio Cibin, Regional Manager di Banca Mediolanum.

premio viola1Sono stati premiati  quattro ricercatori dell’Istituto di Ricerca Pediatrica  coordinati dalla Prof.ssa Antonella Viola, Direttore scientifico IRP, perché siamo convinti -ha detto Raffaele Zanon che la ricerca di base, anche se non può garantire l’immediata applicabilità in breve dei propri risultati, è di fatto la sola che crea le premesse e fissa gli indirizzi per ogni forma di ricerca applicata”.Nell’ area “Oncologia” è stata premiata la dott.ssa Martina Pigazzi, brillante oncologa molecolare che con il suo lavoro di diagnostica avanzata permette di applicare quella medicina di precisione necessaria a curare al meglio ogni paziente. In area “Medicina rigenerativa”, la dott.ssa Martina Piccoli, ricercatrice che rappresenta al meglio il concetto di innovazione in campo biomedico. Si muove tra biologia, medicina e ingegneria verso una ricerca di frontiera (ha 2 brevetti).In area “Nano medicina” il dott. Marco Agostini, ricercatore che opera nel campo delle nanoparticelle come sistema di drug delivery. Ricercatore dal profilo internazionale, collegato con centri di ricerca di tutto il mondo e in particolare con Houston e Harvard per lo sviluppo di un progetto innovativo e tecnologico.gruppo ricerca1

“Quest’anno-ha  sottolineato Raffaele Zanon, Presidente di Professione Impresa- la commissione ha analizzato molti progetti ed ha selezionato quelli che più si sono distinti in ricerca e innovazione tra cui, il Birrificio Antoniano Srl realtà agroalimentare Padovana dei fratelli Vecchiato, la Società Vivai Colla che è diventata il più grande esportatore europeo di barbatelle, Agrimec Lami Srl di Attilio Temporin per l’innovazione nelle macchine per l’agricoltura ed infine Jofa Srl, azienda padovana impegnata nel testing e nell’ automazione che in questi ultimi due anni ha investito in commesse di ricerca ottenendo risultati eccezionali. L’assessore regionale Roberto Marcato in un video messaggio si è complimentato con le aziende che investono in innovazione e ricerca.

 

 



Articolo pubblicato: martedì, 19 dicembre 2017

2018-07-12T08:05:37+00:00