lettera

Il messaggio della figlia Alice

L’anno scorso è partita in sordina ed è stata un successo inaspettato. Quest’anno si punta a fare ancora meglio. Mille precisamente. Tante, infatti, sono le persone attese alla “2^ marcia Città della Speranza”, in programma a Camponogara (Venezia) il giorno di Pasquetta, lunedì 17 aprile.

Organizzata dal gruppo “Le mamme non si fermano mai” e dall’A.S.D. Spotorni Running, con il sostegno del Comune di Camponogara, la manifestazione podistica ludico motoria amatoriale a passo libero prevede la possibilità di scegliere fra tre percorsi di 3, 6, 12 o 18 chilometri, con partenza da piazza Unità d’Italia alle ore 8.30. Non mancherà anche la mini-run di 3 chilometri rivolta a bambini e scuole. Per loro lo start è fissato alle ore 9.

Durante la mattinata la piazza accoglierà anche altre attività: la lezione di zumba con Elisabetta Ruzzon, le bolle di Lulù, la musica e l’intrattenimento di Fabriz dj.

Tutti i proventi delle iscrizioni e le offerte libere raccolte saranno devoluti alla Fondazione Città della Speranza, la quale quello stesso giorno celebrerà due nuovi gemellaggi con i Comuni di Camponogara e Campagna Lupia attraverso la sottoscrizione della cosiddetta “Charta” con i relativi amministratori locali.

“Sono molto soddisfatta di questo passaggio perché ho lottato molto e mi hanno creduto”, afferma Lucia Livieri, ideatrice dell’evento sportivo che lo scorso anno ha calamitato circa 700 podisti. Una tenacia, la sua, che le deriva da un’esperienza che le ha toccato il cuore nel profondo.

“Ho conosciuto un bambino che purtroppo ha sperimentato la malattia, ma fortunatamente oggi è guarito e sarà presente alla marcia – racconta con un filo di commozione –. La sua storia mi ha travolto la vita al punto da sentire la necessità di fare qualcosa di concreto. Tale esigenza si è tradotta in realtà grazie alla collaborazione del gruppo ‘Le mamme non si fermano mai’, che ho creato su Facebook, e del direttivo di Spotorni Running”.

E poi c’è quel messaggio che non si aspettava a darle ancora più carica! Quello della figlia Alice che, a soli 10 anni, le dichiara per iscritto tutto il bene che le vuole, dimostrandosi sensibile anche per la causa di Città della Speranza. “Da mamma, una emozione indescrivibile”, conclude Lucia Livieri, sottolineando la necessità di indicare una strada per il futuro ai più piccoli attraverso il volontariato. Già, perché nell’organizzazione della marcia del 17 aprile anche i bambini stanno facendo la loro parte e a loro sarà dedicata una mini-run.

Per informazioni sulla manifestazione, contattare Lorenzo Fabris al 333/6850329, Ulisse Damo al 338/4983899 oppure scrivere all’indirizzo email baldandanilo@gmail.com. Per tutti gli aggiornamenti, visitare la pagina Facebook “Spotorni Running”.

fronteretro