Mauro Ferrari – da Huston a Padova per visitare la Torre

abef8a15nm0709-716-I1Mauro Ferrari, Presidente del Methodist Hospital Research Insitute di Huston, ospite dell’IRP  

E’ stato un week-end intenso e molto, molto produttivo quello di venerdì 12 e sabato 13 settembre, giorni in cui l’Istituto di Ricerca Pediatrica ha aperto le porte al Professor Mauro Ferrari, Presidente del Methodist Hospital Research Insitute di Huston.

Il Professor Ferrari, originario di Padova con una laurea in matematica e un dottorato in ingegneria meccanica all’Università della California, Berkley, è oggi uno dei massimi esperti mondiali di bioingegneria e sta ottenendo ottimi risultati nella ricerca contro il cancro.

In Texas conduce un’équipe composta da circa un migliaio di ricercatori e gestisce un budget di quasi 200 milioni di dollari l’anno destinati esclusivamente all’attività di ricerca. 

La visita del prof. Ferrari in Torre fa parte di un percorso di sinergie instaurate con il suo team, al quale i nostri ricercatori stanno ispirandosi per seguirne il modello e l’impostazione. Mauro Ferrari, dopo aver visitato l’IRP, ha esposto ai nostri ricercatori i progetti attivi e i metodi di lavoro adottati al Methodist Hospital. I ruoli si sono poi capovolti e il Professor Ferrari è diventato auditore di tre nostri ricercatori che hanno illustrato alcuni degli studi attualmente condotti: Michela Pozzobon ha parlato della medicina rigenerativa, il Professor Tonini delle attività connesse alla ricerca sul neuroblastoma, e Marco Agostini della proteomica.

Il “gemellaggio” che l’IRP sta instaurando con il Prof. Ferrari e il suo team è funzionale al progetto di creare delle sinergie e dei rapporti stabili e duraturi tra i nostri ricercatori e i più grandi e qualificati gruppi di ricerca al mondo, impostando un rapporto diretto e continuo che preveda lo svolgimento di attività condivise tra Istituto di Ricerca Pediatrica e Méthodist di Huston. La partnership che si sta concretizzando permetterà anche ai nostri ricercatori di poter disporre delle piattaforme tecnologiche del Méthodist per condurre attività di ricerca avanzata e traslazionale.

 



Articolo pubblicato: lunedì, 22 settembre 2014

2018-07-12T08:06:00+00:00