La “Staffetta per la Speranza” ha fatto tappa a Ravenna accolta dal vicesindaco

Ha fatto tappa anche in piazza del Popolo a Ravenna, con un’ora di anticipo sulla tabella di marcia, la Staffetta per la Speranza, l’ultramaratona benefica organizzata da Fondazione Città della Speranza Onlus, con la collaborazione di Carabinieri ed Esercito, con l’obiettivo di abbracciare idealmente tutti i bambini e ragazzi colpiti da gravi patologie, e farsi portavoce delle loro aspettative presso Papa Francesco in occasione dell’udienza generale di mercoledì 24 aprile, durante la quale gli verranno consegnati dei messaggi scritti direttamente da loro.

Città della Speranza vuole accendere i riflettori sull’importanza di sostenere la ricerca pediatrica per guarire quel 20% circa di pazienti con patologie oncoematologiche per i quali ancora non esistono cure efficaci e risolutive. A tal fine, finanzia la diagnostica avanzata di leucemie, linfomi e sarcomi per i bambini di tutta Italia e sostiene l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il più grande centro europeo in questo ambito. Molte le persone incuriosite incontrate lungo la strada, da piazza Matteotti a Codigoro sino al centro di Ravenna, che hanno letteralmente fatto il tifo per gli staffettisti. In poco meno di 4 ore, gli atleti della sezione di atletica leggera del Centro Sportivo Carabinieri di Bologna hanno percorso complessivamente quasi 70 km (cambio mediamente ogni 15 km).

Nello specifico si sono alternati: gli appuntati Gianni Bruzzi, Stefano La Rosa, Matteo Giupponi e il carabiniere Mattia Moretti.Al passaggio del testimone, nella centralissima piazza del Popolo dove alle ore 11.15 è stato allestito l’arco gonfiabile, la carovana, formata anche dal fondatore di Città della Speranza, Franco Masello, ha trovato ad accoglierla il vicesindaco Eugenio Fusignani e l’assessore al turismo Giacomo Costantini. A loro è stata consegnata una targa celebrativa di questo importante avvenimento. “Ravenna è una città aperta al sociale e al volontariato. Quest’ultimo è un tessuto che aiuta le istituzioni a dare risposte al territorio. La speranza, in tal senso, è una costante. Lo è tanto più quando si parla di malattie. È triste che colpiscano i bambini, ma oggi dobbiamo considerarle sempre più curabili“, hanno affermato i due amministratori.

Un ringraziamento particolare va alle Compagnie di zona dei Carabinieri per aver collaborato con il Comando Provinciale di Padova al servizio di scorta e viabilità, nonché al Corpo Militare della Croce Rossa Militare – Centro mobilitazione Tosco-Emiliano per l’assistenza medica lungo il percorso.La Staffetta oggi prosegue fino a Piazza Tre Martiri a Rimini. L’arrivo è previsto alle ore 16.

 



Articolo pubblicato: lunedì, 22 aprile 2019

2019-04-22T14:29:41+00:00