Insieme per i bambini. Importante accordo tra due Fondazioni ONLUS

Fondazione Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza e Fondazione Neuroblastoma collaborano per il progresso della ricerca scientifica in oncologia pediatrica.

All’Istituto di Ricerca Pediatrica “Città della Speranza” ampi spazi a disposizione dei ricercatori impegnati a trovare una cura efficace per il neuroblastoma e i tumori cerebrali pediatrici.

 

E’ stato firmato ieri l’accordo tra la Fondazione Istituto di Ricerca Pediatrica “Città della Speranza” di Padova e la Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlus di Genova, due realtà d’eccellenza impegnate nel sostegno alla ricerca scientifica sulle malattie infantili che uniranno le forze per fare progredire la ricerca medica sul neuroblastoma e i tumori cerebrali pediatrici.

Il progetto di collaborazione è stato presentato alle 12.00, nella Sala Comitato del Monte dei Paschi di Siena, in Via S. Margherita, 11 a Milano, alla presenza di tutti i rappresentanti delle istituzioni coinvolte e del direttore generale di Banca Antonveneta, Giuseppe Menzi, che ha reso possibile l’incontro nella sede milanese. Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente della Fondazione per la Lotta al Neuroblastoma dott.ssa Sara Costa e dal Vice-presidente Filippo Leonardo, dal dott. Giovanni Franco Masello, Presidente della Fondazione Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza e dal dott. Stefano Bellon, Direttore dell’Istituto Ricerca Pediatrica Città della Speranza.

Sara Costa, presidente Fondazione Neuroblastoma e Franco Masello, presidente Fondazione Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza

Il Laboratorio della Fondazione Neuroblastoma, realtà indipendente e all’avanguardia dedicata alla ricerca sul neuroblastoma e sui tumori cerebrali pediatrici, verrà ospitato in ampi e nuovi spazi nella Torre della Ricerca di Padova, il primo Istituto di Ricerca italiano interamente dedicato all’oncologia pediatrica e a tutte le malattie infantili che mira a diventare un punto di riferimento internazionale nel settore. I ricercatori avranno a disposizione per la loro attività strumentazione scientifica all’avanguardia, archivi, biblioteche e banche dati e potranno sviluppare sinergie con colleghi italiani e stranieri. La Fondazione Neuroblastoma si impegna a sostenere l’attività di ricerca e formazione.

Il Prof. Giuseppe Basso, Responsabile dell’UOC Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova ha sottolineato come questa sia una occasione storica in cui due importanti istituzioni si mettono insieme per realizzare un grande obiettivo. La sinergia realizzabile tra i ricercatori che lavoreranno insieme sarà un valore aggiunto ai programmi di ricerca che finalmente potranno sviluppare obiettivi veramente ambiziosi e competitivi a tutti i livelli.

Il dott. Gian Paolo Tonini, Direttore del Laboratorio della Fondazione Neuroblastoma, ha spiegato che insieme le due Fondazioni favoriranno l’impegno di risorse umane, in particolare con contratti di giovani ricercatori e studiosi rientranti dall’estero. I programmi di ricerca svolti principalmente saranno focalizzati sulla conoscenza genetica dei tumori infantili e sullo studio di nuove terapie.



Articolo pubblicato: giovedì, 17 gennaio 2013

2018-07-12T08:06:11+00:00