Gli auguri del presidente

Carissimi,

il Natale è arrivato e un anno importante volge al termine per Città della Speranza, della quale da poco abbiamo festeggiato assieme i 25 anni.
Molte sono state, anche quest’anno, le iniziative e da tempo mi dicevo che sarebbe stato assai difficile trovare un’immagine che restasse impressa nella mente di questo straordinario 2019. Sicuramente la staffetta con Carabinieri ed Esercito e l’incontro con il Papa hanno avuto il loro fascino, così come il saluto delle Frecce Tricolori in reparto ha lasciato il segno… Ma come non avere a mente l’evento a Vicenza con i Comuni gemellati oppure le foto del Festival Show, delle maratone e di corse come “Padova Maraton”, “Venicemarathon”, “Camminare per la vita”, “Alberto Race”, “I Babbi Natale”, per citarne soltanto alcune. E ancora: le immagini dei banchetti, delle cene, dei vari gemellaggi, delle iniziative sportive come il torneo di calcio a Malo e la pallavolo della Fipav, il Rugby di Rovigo, i concerti che con la musica riscaldano il cuore, come gli ultimi di Red Canzian a Venezia e Treviso, oppure le immagini del Natale con il panettone o il calendario del “nostro” Generale Adinolfi.
Non vogliatemene perché ho tralasciato molto e molti, ma era semplicemente per convenire con Voi sulla difficoltà di trovare un fotogramma simbolico di quest’anno, almeno per me fino a qualche giorno fa, quando ci siamo scambiati gli auguri di Natale in reparto…

…in Day Hospital quella sera c’era solamente…
un bambino disteso sul divanetto con la flebo e la testa sulle gambe della mamma

Ecco l’immagine del 2019 perché è da qui che siamo partiti 25 anni fa

e a quest’immagine lego il pensiero della mamma, soprattutto in questo periodo di Natale che chiede come Dono: “Che mio figlio guarisca” oppure “Perché non posso prendere la sofferenza al posto di mio figlio?” come atto di Amore vero. Vi assicuro che è il pensiero che tutti noi genitori facciamo sempre, ma è ancora più doloroso quando si passa il Natale in ospedale.

Vi lascio con queste poche righe e con questo pensiero che ci deve guidare sempre nella strada che stiamo percorrendo per permettere alla Ricerca, con il nostro contributo, di portare risposte importanti e veloci verso i “nostri” bambini per permettere loro di essere felici.
Un Grazie doveroso per questi 25 anni va al nostro caro Fondatore Franco Masello, a tutti Voi, Consiglieri, Volontari, Medici, Ricercatori, Sostenitori, al nostro efficiente Personale della Fondazione e ai Collaboratori per il contributo che avete dato in questo 2019, anticipando che le attese, anche per il 2020, saranno importanti.

Un augurio di un Sereno Natale, Buone Feste e Buon 2020 a Voi e alle Vostre famiglie.

      Stefano Galvanin
Presidente



Articolo pubblicato: lunedì, 30 dicembre 2019

2020-01-27T14:40:57+00:00