“Facciamoci in 4” per le malattie rare: venerdì 24 maggio di corsa a Giavenale per la RAR

Si chiama “RAR – RunAroundRio”, ma si legge sostegno alla ricerca scientifica. È la seconda tappa del progetto “Facciamoci in 4”, la staffetta benefica che – per la prima volta – vede in sinergia le quattro più importanti manifestazioni podistiche non competitive dell’Altovicentino (Stragiaxà Race, RAR, Anguria Ran e Alberto Race) per dare una speranza in più ai bambini e ragazzi con malattie rare.

I fondi raccolti, infatti, saranno devoluti alla Fondazione Città della Speranza per cofinanziare il dottorato di ricerca della dott.ssa Concetta De Filippis su un particolare sottogruppo di malattie genetiche rare: le Mucopolisaccaridosi, caratterizzate dall’accumulo patologico di alcuni zuccheri complessi che causa una progressiva degenerazione di tutti gli organi e, nei casi più gravi, anche del cervello. Il progetto, che mira a comprenderne la patogenesi neurologica e a valutare nuove strategie terapeutiche, è sviluppato nei laboratori dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza a Padova.

“Grazie alla sensibilità dei tanti sponsor, quest’anno il 100% della quota di iscrizione sarà destinata a questo grande progetto, proprio perché vogliamo dare un aiuto incisivo – afferma Stefano Pietribiasi, organizzatore della RAR –. Oltre a tanto divertimento, vogliamo fare del bene e accendere una speranza in più in chi ne ha bisogno”.

L’appuntamento con la marcia di 8 km, che rientra tra le proposte della Sagra di Rio, è per venerdì 24 maggio, con partenza alle ore 19.30 dalla zona industriale di Schio, precisamente da via Rio di Giavenale. È possibile iscriversi sul sito www.runaroundrio.it e il giorno stesso della manifestazione, dalle ore 18.30.

Foto del lancio del progetto “Facciamoci in 4” con: (da sinistra a destra) Lorenzo Bressan, Edoardo Gasparotto, Concetta De Filippis, Rosella Tomanin (principal investigator del Laboratorio di Diagnosi e Terapia delle Malattie Lisosomiali in IRP), Paolo Guglielmi e Stefano Pietribiasi.

Un’estetica e una qualità della gara migliori caratterizzano la nuova edizione, sostenuta da Lafer Spa, DRL Srl, Puro Sport Culture, Gian Ottica Group, MEB Elettroforniture, Fisiocortiana – Fisioterapia & Osteopatia, Bioton Sella, Chunk, Artiglieri d’Italia – Sezione di Schio.

“Facciamoci in 4”, iniziato il 26 dicembre scorso a Thiene con la “Stragiaxà Race”, proseguirà il 17 luglio con “Anguria Ran” a Giavenale e il 6 settembre a Dueville con “Alberto Race”.



Articolo pubblicato: giovedì, 16 maggio 2019

2019-05-16T14:46:00+00:00