Dalla leucemia si può guarire: l’impegno del papà di un bimbo malato per la Città della Speranza

La notizia che non si vorrebbe mai ricevere, l’incubo di genitori e nonni, ma dopo la batosta serve avere speranza, perché dalla leucemia oggi si può guarire e la propria speranza di genitori può diventare speranza anche per altre famiglie. Potrebbe essere questa in estrema sintesi la storia di Luca (il nome è di fantasia per proteggere la privacy), un bambino di quattro anni e mezzo di Thiene a cui è stata diagnosticata la leucemia mieloide acuta nel dicembre scorso. Fino ad oggi è stato sottoposto a quattro cicli di chemioterapia e i medici gli stanno dando molta speranza di guarigione. Il papà Filippo ha conosciuto la fondazione Città della Speranza portando il figlio all’interno del reparto tumori oncoematologici dell’Ospedale di Padova.

“Città della Speranza è una fondazione – esordisce Filippo – che ha dato modo di far incrementare in maniera significativa la percentuale sulla guarigione in questa patologia a livello pediatrico. Mio figlio oggi sta reagendo divinamente alle cure e, come lui, tanti bambini: bisogna ringraziare questa fondazione che con l’aiuto di tutti sta regalando la speranza di vivere a tutti questi bambini che ogni giorno lottano con una malattia che non ti avvisa quando arriva”.

Con la speranza regalata, Filippo ha deciso di impegnarsi a raccogliere fondi per aiutare la fondazione, nata a Malo più di vent’anni fa, nella ricerca di cure e nel sostegno continuo alle famiglie. Per questo domenica si terrà “A song for hope”, maratona dalle 15 alle 23 nel parco di Villa Fabris. Fra i tanti ospiti, anche Leiner. L’evento doveva essere la settimana scorsa, ma causa pioggia è stato rinviato a questa domenica, 21 maggio. Domenica scorsa si è tenuta però la partita di basket tra le squadre, composte per l’occasione, della Guardia di Finanza e dei Carabinieri: a vincere i finanzieri, ma in realtà entrambi che sono riusciti a raccogliere 529 euro per Città della Speranza.

La kermesse nasce “per dare una mano, nel mio piccolo, da genitore, per raccogliere fondi e donarli alla fondazione” spiega il papà di Luca. All’interno del parco Villa Fabris ci saranno stand gastronomici  e chioschi e un’area bimbi con gonfiabili. Dalle 15 alle 23 sul palco dell’evento si susseguiranno un djset con Andrea Beat e Matthew S. e voice Fede P.; concerti di Swuiss Chord, Starlight band, LTM Leave the memories, Alex & the stage paniks, Scapestrates. Il pomeriggio si concluderà con i concerti dei solisti Leiner, Elya Zambolin, Nicole Stella, Nick Casciaro, Luca Virago e Eleonora Quinci. Alla sera l’evento accoglierà poi Davide De Marinis, Giuliano dei Notturni e un super ospite a sorpresa. A condurre l’evento saranno Adelina Putin e Amy Ambros.

“C’è un filo che lega dall’inizio in avanti, senza mai fine, chi conosce ed è passato per l’ospedale di Padova – racconta Nico Rigoni, referente della fondazione a Thiene – e per noi, impegnati quotidianamente nella raccolta fondi per aiutare la ricerca e la cura, è importante vedere il sostegno di chi impara a conoscerci. Speriamo sempre che non succeda mai a nessuna famiglia di arrivare in ospedale, ma se deve succedere l’importante è cercare il lieto fine”.

 

Da L’Eco Vicentino



Articolo pubblicato: venerdì, 19 maggio 2017

2017-05-19T14:30:34+00:00