Fondazione Città della Speranza è nata nel 1994 per migliorare la qualità di vita dei bambini leucemici ricoverati per lunghi periodi in ospedale. L’assistenza ai piccoli pazienti e alle loro famiglie è stata fondamentale per raggiungere l’obiettivo di rendere l’esperienza della malattia un periodo vissuto nel modo più sereno possibile. Oggi l’investimento che facciamo nell’area dell’assistenza è dedicato a sostenere queste tre aree:

  • Benessere psicologico. I bambini e le famiglie hanno bisogno di una figura di riferimento che li ascolti e dia loro il giusto supporto e accompagnamento in momenti difficili come la malattia. La Fondazione garantisce la presenza di uno psicologo pronto ad aiutare i bambini e le loro famiglie nelle diverse tappe che si troveranno ad affrontare;
  • Crediamo sia fondamentale effettuare una diagnosi puntuale e precisa per poter individuare le cure migliori da applicare ai singoli pazienti. Per questo mettiamo a disposizione i migliori professionisti, strutture e tecnologie all’avanguardia che garantiscano la migliore attività diagnostica nell’ambito delle patologie pediatriche. Fondazione Città della Speranza finanzia il Centro di riferimento nazionale  per la diagnosi delle leucemie acute e per  la caratterizzazione molecolare di linfomi e sarcomi e Centro di coordinamento di protocolli nazionale ed europei di diagnosi e cura di linfomi, sarcomi, tumori cerebrali ed epatici, tumori rari.
  • Nel 2006 nasce il Gruppo Drepanocitosi della Clinica di Oncoematologia Pediatrica volto a fornire una rete di assistenza specifica per questa malattia, con progetti di ricerca clinica, ma anche attraverso convegni scientifici e riunioni con medici del territorio.

Qui sotto i link ai progetti: