Corso Teorico-Pratico per l’uso del doppler transcranico

Il 7 e l’8 novembre si terrà a Padova un corso teorico-pratico per l’uso del doppler transcranico per lo screening dei pazienti con drepanocitosi a più alto rischio di stroke.

Dal titolo “Transcranial Doppler Screening for sickle cell disease” si terrà nel reparto di neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Padova e sarà coordinata dalla dottoressa Laura Sainati.

Razionale Scientifico

L’ictus celebrale (stroke) è una delle complicanze più drammatiche della drepanocitosi, ha un’ elevata incidenza nei primi anni di vita essendo il rischio di stroke, a 16 anni, dell’11%. La terapia trasfusionale cronica, mantenendo il livello di HbS sotto il 30%, riduce il rischio fino quasi ad annullarlo; tale terapia oltre ad essere spesso soggetta a scarsa compliance, è accompagnata dai rischi associati al trattamento trasfusionale in generale e alla non ottimale compatibilità dci prodotti trasfusionali per pazienti di etnia africana, mentre i donatori sono per lo più caucasica.

Negli anni 90 studi prospettici randomizzati hanno dimostrato l’efficacia del doppler transcranico (TCD) nell’identificare il gruppo di pazienti a elevato rischio di stroke, dimostrando inoltre che sottoponendo questi pazienti ad un regime trasfusionale cronico, tale rischio si riduceva fino quasi ad azzerarsi. L’efficacia dello screening era legata all’applicazione di un protocollo specifìco, che veniva dettagliato (Protocollo STOP).

Studi recenti, nei Paesi anglosassoni, hanno evidenziato come, nonostante queste evidenze, l’accesso per i bambini con drepanocitosi allo screening con TCD, sia in questi ancora limitato; si stima che meno della metà dei pazienti a rischio abbiano accesso ad un programma di screening mediante protocollo adeguato. Non ci sono dati sulla situazione italiana; dati preliminari di uno studio multicentrico attual- mente in corso (SCATES) indicano come l’esame TCD applicato senza un training specifico ai bambini con drepanocitosi sia associato ad elevata percentuale di test non adeguati. Allo scopo di implementare la diffusione del TCD per lo screeening dello stroke nei pazienti pediatridi con drepanocitosi in Italia, si organizza, per la seconda volta, un corso breve condotto da personale esperto sul protocollo STOP. Tale corso si conclude con un test per valutare l’efficacia del corso e l’abilità raggiunta dai partecipanti.



Articolo pubblicato: giovedì, 31 ottobre 2013

2018-07-12T08:06:08+00:00