Carnevali del Trevigiano, raccolti oltre 2mila euro

Allegria e divertimento hanno fatto da padrone alle manifestazioni carnevalesche svoltesi nel Trevigiano, ma anche la solidarietà verso Città della Speranza ha sfilato in tutta la sua grandezza a Villorba, Zero Branco e Treviso. La risonanza delle tre iniziative ha permesso di raccogliere 2.328,20 euro grazie a banchetti di distribuzione castagnole, ma anche a veri e propri laboratori che hanno calamitato grandi e piccini.

Nel capoluogo provinciale, infatti, l’estrazione del DNA dalla frutta, proposta dalla dott.ssa Federica Lovisa, ricercatrice dell’Istituto di Ricerca Pediatrica, ha attirato una quarantina di bambini. Il laboratorio di decorazione maschere, invece, ha visto addirittura la presenza di molti genitori e la collaborazione di alcune studentesse del Liceo Artistico Statale. 80 le maschere in gesso personalizzate a proprio piacimento, e 200 quelle in carta e in plastica abbellite.

“Per questo risultato davvero importante voglio ringraziare l’Associazione Carnevali di Marca per la grande opportunità concessaci, in particolare il presidente Redo Bezzo, il vice Nicola Arrigoni e Silvia Sartorel, anime e braccio operativo al contempo – afferma Antonella Gasparotto, consigliera di Città della Speranza –. Un sentito grazie alle tante volontarie e alle studentesse del Liceo Artistico Statale che hanno reso possibili i laboratori, nonché a chi ha reso speciale il Carnevale di Villorba: Gruppo Sagra di Fontane, Sapori Veneziani di Noale, Dolcefreddo Moralberti di Candelù, Pasticceria Ida di Treviso e Stefano Biasetto. L’auspicio è che tale proficua collaborazione possa ripetersi nella prossima edizione”.

 



Articolo pubblicato: giovedì, 14 marzo 2019

2019-03-14T09:29:47+00:00