Si respira aria di festa tra gli appartenenti al Gruppo Sportivo Villaverla – Gruppo La Noce, ma anche profumo di passione. Passione sia per il ciclismo e il podismo, espressa attraverso le tante iniziative per bambini e adulti organizzate ogni anno nel territorio, sia per quelle associazioni che hanno a cuore la salute degli altri. Tra quelle che il G.S. Villaverla sostiene da molti anni, vi è Fondazione Città della Speranza. A favore di quest’ultima, in occasione della terza Marcia dei Babbi Natale e della quinta Marcia delle Risorgive, svoltesi il 17 dicembre, ha raccolto ben mille euro grazie alla sottoscrizione a premi.

La consegna dell’assegno al consigliere della Onlus, Paolo Guglielmi, è avvenuta nei giorni scorsi nel piccolo Museo della storia della bicicletta, aperto da appena un mese a Villaverla. Erano presenti il proprietario Vinicio Comberlato, il presidente del G.S Villaverla, Gimmy, nonché Giuseppe Canale, Pietro Pasqualotto e Mariarosa Rebeschin.

“Ciò che a noi interessa è fare del Volontariato con la V maiuscola, non vogliamo nulla in cambio – tiene a sottolineare il signor Gimmy –. Da parte nostra c’è tutta la collaborazione per sostenere la ricerca pediatrica e far sì che possa proseguire”.

E, in effetti, anche il piccolo Museo raccoglie offerte da devolvere a Città della Speranza. In esposizione vi sono 80 biciclette d’epoca e da corsa, 40 maglie di campioni autografate e altra oggettistica di settore. Il tutto è accompagnato da una mostra fotografica sulla storia del ciclismo di Villaverla e Novoledo, che ricorda anche i successi del fuoriclasse Arduino Comberlato tra la fine degli anni Quaranta e l’inizio degli anni Cinquanta.

Il piccolo Museo, che si trova in via Einaudi 3, è aperto al pubblico il martedì e giovedì dalle 14.30 alle 17, gli altri giorni su appuntamento chiamando il 3459958680 o il 3499032315. L’ingresso è libero.