Da bambino a bambino: gli auguri degli scout ai coetanei ricoverati

“La vita è fatta di prove, tu hai la forza adatta per superare anche questa, ne sono certa”. Ilaria

“Ti sono vicino, non avere paura, tutto andrà bene”. Filippo

“Ho trovato una lampada magica: l’unico desiderio è che tu guarisca!” Federico

“Vedrai che questo brutto momento passerà e sarà solo un brutto ricordo!” Elisa

 

Sono, questi, solo alcuni degli speciali auguri che il “Branco popolo libero” del Cngei Padova 2, formato da 30 bambini dagli 8 ai 12 anni, ha rivolto ai coetanei meno fortunati, ricoverati nella Clinica di Oncoematologia Pediatrica. Le frasi, abbellite da disegnini e decorazioni varie, sono state adeguatamente incorniciate e confezionate per essere consegnate ai piccoli pazienti.

“Conosco da tanto tempo Città della Speranza e così, nell’ambito di un’attività svolta dagli scout a livello nazionale, che prevede di compiere un gesto disinteressato senza che qualcuno lo chieda, ho pensato di coinvolgere il ‘Branco’ in un progetto che mettesse al centro altri bambini come loro, ma in condizioni di salute difficili – spiega una delle referenti del gruppo, la capo scout Martina Picello –. Devo dire che i ragazzi hanno ben accolto la proposta, comprendendola, e insieme abbiamo concepito le frasi”.

A breve, la sorpresa beneaugurante arriverà al letto dei nostri piccoli combattenti!



Articolo pubblicato: lunedì, 15 maggio 2017

2017-05-15T11:08:28+00:00