Assemblea dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza: presentato il bilancio 2013

L1010946

Il presidente della Fondazione IRP, Andrea Camporese, ha illustrato oggi, nel corso dell’Assemblea dei Soci Partecipanti della Fondazione Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il bilancio consuntivo riferito all’anno 2013.

 

I proventi ammontano a 2.265.775,56 euro, gli oneri a 1.897.191,88, di cui 1.765.254,25 destinati all’attività istituzionale di ricerca scientifica. «Il Bilancio che presentiamo oggi è il resoconto del primo anno di vera e propria operatività della Torre» afferma Andrea Camporese – «Nel prendere atto di questi brillanti risultati non posso non ringraziare il Consiglio e il Presidente che mi hanno preceduto e  da cui raccolgo il testimone, e in particolar modo  Franco Masello che ha permesso l’avviamento di questa grande e ambiziosa opera. Credo che la forza di questo Istituto stia nel fatto che tutti i capitali che gravitano attorno all’IRP non generano profitto economico ma nuove risorse operative da investire e impiegare in nuovi progetti. Un contributo fondamentale è dato dai principali organi finanziatori delle attività dell’Istituto, Fondazione Città della Speranza e Fondazione Cariparo, a cui rivolgo uno speciale grazie, con l’auspicio possano aprire la strada all’arrivo di altri enti sostenitori».

 

Il 2013 è stato un anno particolarmente significativo. Nel mese di ottobre è entrata nel vivo la fase di trasferimento dei gruppi di ricerca provenienti dal Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino dell’Azienda Ospedaliera Università di Padova. Questa fase si è conclusa all’inizio del 2014, con il trasferimento dei laboratori di diagnostica e diagnostica avanzata, e oggi l’intero team dei ricercatori della Pediatria di Padova svolge la propria attività in Torre, per un totale di 150 persone coinvolte. 

 

Oltre a questi, nella Torre della Ricerca operano Fondazione Penta, che si occupa di Hiv pediatrico, La Nostra Famiglia IRCCS Medea, ente riconosciuto per la ricerca e la riabilitazione nell’ambito dell’età evolutiva, Fondazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlus di Genova, realtà indipendente e all’avanguardia dedicata alla ricerca sul neuroblastoma e sui tumori cerebrali pediatrici, e il team di ricercatori della Fondazione Città della Speranza. 

 

La Fondazione Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza nasce nel 2010 per volontà della Fondazione Città della Speranza, per promuovere attività di ricerca scientifica nel campo della medicina pediatrica. L’IRP è il più grande Istituto di Ricerca italiano ed europeo interamente dedicato allo studio dell’oncologia pediatrica e di tutte le malattie infantili, che mira a diventare punto di riferimento internazionale nel settore. 

 

Il consiglio di amministrazione della Fondazione IRP attualmente è così composto: Andrea Camporese (Presidente), Stefano Bellon (Vicepresidente), consiglieri Franco Masello (Fondatore Città della Speranza), Stefania Fochesato (Presidente Fondazione Città della Speranza), Giuseppe Zaccaria (Magnifico Rettore Università degli Studi di Padova), Antonio Finotti (Presidente Fondazione CARIPARO), Elena Narne (Dirigente Medico Azienda Ospedaliera Padova). Revisori del collegio Antonio Zaccaria, Carlo Maroni, Marco Razzino. 

 

A partire dal 21 luglio 2014, L’IRP ha avviato un progetto sperimentale in collaborazione con l’Associazione Down Dadi di Padova, cui è stato affidato il servizio di Accoglienza alla persona in Torre della Ricerca. Down Dadi è un’associazione di volontariato, senza fini di lucro, costituita da familiari e amici di persone con sindrome di Down, autismo e disabilità intellettiva. Scopo dell’associazione è offrire alle persone Down l’opportunità di vivere la loro vita quanto più possibile autonoma, dal punto di vista lavorativo e abitativo. A tal proposito, ai ragazzi appartenenti a quest’associazione è stato affidato a turno l’incarico di receptionist dell’Istituto; la prima persona ad occuparsi di accogliere i visitatori, dal 21 luglio scorso, è Giorgia Boscolo, una ragazza di 21 anni diplomata all’Istituto Ruzza, che ha già lavorato nei supermercati Despar e alla Gelateria Fly Down ai Bastioni. 

 

Durante la seduta del consiglio direttivo tenutasi in Torre della Ricerca in data odierna, la Sala Consiliare è stata intitolata all’Ingegner Angelo Boschetti, ex assessore del Comune di Padova, presidente della Zip e da sempre grande amico e sostenitore della Città della Speranza, scomparso lo scorso 9 maggio all’età di 76 anni.

 

Bilancio 2013 – Download

Relazione di missione del Presidente



Articolo pubblicato: mercoledì, 23 luglio 2014

2018-07-12T08:06:01+00:00