Arriva il fumetto che fa sorridere (e rassicura) i bambini

sloppiC’è la paura del medico, quella della puntura e degli interventi chirurgici, ma poi ci sono i piccoli consigli per affrontarle e renderle solo un lontano ricordo. Lo sa bene Sloppi, il coraggioso protagonista del primo numero del fumetto “Le avventure di Sloppi”, ideato da Arianna Lorenzetto con la collaborazione di Prislop Onlus Ospedaletto Euganeo, un’associazione di clown – anzi, claun come amano definirsi – che da oltre dieci anni porta sorrisi e nasi rossi nei reparti di pediatria e nelle case di riposo della Bassa Padovana e dei territori circostanti.

“Il nostro obiettivo è cercare di sdrammatizzare le paure più comuni dei bambini. Di qui nove storielle sul termometro, la pomata, la visita medica, il gesso e così via. Di fatto ho ripercorso i timori dei miei figli, li ho messi per iscritto e poi Valentina Masullo, presidente di Prislop e grafica pubblicitaria di professione, li ha illustrati”, racconta Arianna Lorenzetto, in arte “claun Lapilli” per l’energia che richiamano i lapilli dei vulcani.

“Non solo con i palloncini, ma anche attraverso storie e disegni, dunque, cerchiamo di rallegrare i piccoli pazienti della pediatria, i quali dimostrano di apprezzare molto questo volumetto che contiene inoltre 13 pagine di giochi e indovinelli – continua l’ideatrice –. Fare il clown è un’esperienza che ogni volta mi dà tanto: restituisce una carica pazzesca che non sono come descrivere”.

Il progetto, accolto favorevolmente dall’Ulss 6 Euganea per le sue peculiarità ludico-educative, intende sostenere Fondazione Città della Speranza, di cui Lorenzetto è consigliera. La raccolta fondi derivante dalla diffusione del fumetto sarà quindi devoluta alla ricerca e alla cura delle malattie oncoematologiche in ambito pediatrico.

Per ricevere una copia dell’opuscolo, rivolgersi a Prislop (http://www.prisloponlus.com/contatti).



Articolo pubblicato: martedì, 19 giugno 2018

2018-07-12T08:05:29+00:00